MutaMenti jazz Festival seconda edizione

MutaMenti è un festival che non ama parlare ad alta voce, ma sceglie di curare i dettagli e i più piccoli particolari.
Il risultato è qualcosa di unico, qualcosa che resta nel tempo e che si concretizza come segno di una magica esperienza per tutti coloro che hanno avuto e avranno la fortuna di assistere a questa rassegna in cui si fondono la passione per il jazz e quella per castelli, musei, teatri e biblioteche di una provincia posta al confine ultimo della Toscana.
MutaMenti” non è quindi solo un Festival, ma un progetto che nasce da una serie fortunata di esperienze e di incontri, primo fra tutti quello dell’Istituto con l’armonicista jazz Max De Aloe, direttore artistico del festival, ed è il risultato di un percorso intrapreso da diversi anni dall’Istituto e indirizzato a dare a musei, castelli e più in generale ai luoghi della cultura, una nuova definizione non solo in termini di spazio fisico, ma anche di missione e di rapporto con il visitatore.

La rassegna si definisce per una panoramica di spettacoli in linea con la multidisciplinarietà che la caratterizza, ma anche con la pluralità dei luoghi di una terra che, posta tra mare e monti, al margine nord della Toscana, trova nel festival un’occasione per dar segno della propria forza e delle proprie molteplici sfaccettature. MutaMenti si chiama così perchè punta al rinnovamento e al cambiamento delle prospettive. Non è un festival destinato ad addetti ai lavori o a specialisti, ma un festival votato all’incontro e alla ricerca del bello nell’arte, nella musica e nella cultura. MutaMenti ha come obiettivo il rinnovamento del ruolo dei luoghi della cultura e il superamento dell’ormai stereotipato steccato della separazione dei generi musicali e vuol essere un festival dove tutti possano trovare passione e coinvolgimento indipendentemente da una votata predilezione per la musica jazz tradizionale.
A partire dal 14 settembre fino al 6 ottobre 2018, sono 11 i comuni interessati da questa seconda edizione (Massa: Castello Malaspina e Biblioteca Civica, Montignoso: Pieve di Santa Maria della Rosa e Biblioteca Civica Villa Schiff- Giorgini, Aulla: Museo di Storia naturale- Fortezza della Brunella e Biblioteca civica, Bagnone: Teatro Quartieri, Carrara: Biblioteca Civica, Tresana: Villa Magnolia, Filattiera: Centro didattico Pieve di Sorano, Fivizzano: Museo delle Grotte di Equi Terme, Pontremoli: Museo delle Statue Stele- Castello del Piagnaro e Teatro della Rosa, Mulazzo: Museo dell’Emigrazione della gente di Toscana-Castello di Lusuolo, Licciana Nardi: Castello di Terrarossa), 17 gli appuntamenti previsti e 53 gli artisti coinvolti. Tra i tanti si citano: Dado Moroni , Gianni Coscia, Monday Orchestra, Paolo Pandolfo, Andrea Tofanelli, Roberto Cipelli e Max De Aloe.

Un vero e proprio Festival itinerante, pronto ad avvolgere e coinvolgere il pubblico rendendolo partecipe del Bello e della sua conservazione attraverso una panoramica di spettacoli ambientati in strutture differenti, ma unite da un unico filo conduttore: quello di fare parte di un territorio poliedrico e ricco di sfumature.
Ed è proprio la cura del bello nella musica e nelle realtà artistiche e culturali di un territorio una delle specificità del progetto. Così MutaMenti vuol essere un percorso che non si esaurisce nel tempo limitato dell’ascolto, ma permane nel tempo e per questo ha scelto di destinare tutti gli introiti derivanti dalla bigliettazione degli spettacoli ad interventi di valorizzazione sui beni culturali del territorio della provincia di Massa-Carrara e di sostenere progetti musicali come il CD Never Alone The Music of Michael Brecker, realizzato dalla Monday Orchestra.

Per info sul festival: https://www.istitutovalorizzazionecastelli.it/mutamenti/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...