Intervista a Neco Novellas. L’Africa e i suoi Ritmi

578553_10151473728929869_1608024120_nQui di seguito vi proponiamo l’intervista realizzata a Neco Novellas, musicista africano che terrà una lezione sul ritmo agli studenti dei corsi Bachelor of Arts in Musica presso la scuola Jam Academy di Lucca.

1) Ciao Neco, per chi non ti conosce puoi descrivere brevemente la tua storia musicale?

Sono nato in mozambico a maputo 1974, in una famiglia appartenente ad una tribù conosciuta per la musica della “timbila” una sorta di xilofono. La caratteristica di questa musica è la complessità polifonica. La tribù si chiama Chopi.  All’età di 16/17 anni ho iniziato a suonare strumenti e musica occidentale. Dopo ho iniziato a combinare queste due realtà muisicali.
All’età di 21 anni sono andato in Portogallo a studiare musica classica, canto lirico e chitarra classica. Mi sono poi trasferito al conservatorio di Rotterdam dove ho potuto apprendere anche la musica moderna ( jazz, worldmusic e pop).

2) Quali sono state le persone fino ad oggi che più hanno influenzato la tua musica ?

Non sono stato influenzato da alcuni musicisti in particolare ma da tutta la musica che ho avuto intorno a me. Ovviamente la musica Chopi e la musica africana ha avuto sempre una grande influenza, molto ho appreso anche da tutta le realtà che ho avuto vicino in Europa e Sud America. Tutto quello che intorno mi influenza.

3) Sappiamo che l’Africa è la madre della musica, il luogo da da dove prende vita il ritmo della terra. Come fondi le tue forti orgini musicali africane con la musica “occidentale” ?

Non è cosi difficile. Molta musica, forse tutta la musica che ascoltiamo in Occidente è stata influenzata dall’Africa. Quindi avendo delle forti conoscenze della mia tradizione fare questo mix diventa naturale e veloce.

4) Puoi darci alcune anticipazioni sul workshop che svolgerai presso la Jam Academy di venerdì 13 novembre?

Andremo ad approcciarci alla musica africana ovviamente partendo dal ritmo e cercando di comprendere quante variazioni ci possono essere al suo interno. Realizzeremo che l’uno nella musica, anche quella quella Occidentale, può essere utilizzato non come trampolino. Questo è più difficile da spiegare a parole!

5) Vorresti concludere con dei consigli da dare a tutti colore che si sono avvicinati al mondo della musica da poco ?

Lavorare sul ritmo, diventare sicuri di non avere dubbi ritmici e concentrare tutte le energie sul groove.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...